Sandicove jpeg 01

Daniela Barone

L’Ulisse di James Joyce interpretato dagli scatti della Dublino di oggi

05072013101119_sm_4518

Ho visto una pantera nera, ferma e seduta con lo sguardo immobile rivolto verso il mare. Ho scattato una foto. Joyce’Tower, Baia di Sandicove, la spiaggia di Dublino.

La card non ha restituito quell’immagine, ho fotografato realtà e visione, racconto e fisicità, fantasticherie e allucinazioni.

 

Ho seguito i movimenti di Leopold Bloom per le strade e nei pub di Dublino, ho ascoltato insieme ad altri le sue folli ed eroicomiche parole.

Mr. Leopold Bloom-Ulisse nella sua Odissea ridimensiona tempo e spazi, le peregrinazioni in mari e terre lontane le raffigura attraverso un’umanità intensa e stravagante, una folla di dubliners da osservare nella loro intensità e complessità…

James Joyce-Leopold Bloom-Ulisse sono una sola figura e il 16 giugno 1904, insieme ad una moltitudine di personaggi vivono un’unica giornata, dalle otto del mattino fino a notte fonda.

L’Odissea è la storia di un viaggio, l’Ulisse di James Joyce è la storia di un viaggio attraverso Dublino. E’ Dublino.
La città si identifica con il suo libro per eccellenza, con le immagini dei suoi appunti manoscritti, con le tonalità ambrate di birre spumeggianti da sorseggiare nei pub letterari, dove attori, in una dimensione fuori dal tempo, rievocano le gesta di Leopold-Ulisse, di Molly-Penelope e della “ gente di Dublino “.Loro stessi ne sono la continuità, la rappresentano, la testimoniano, rivivono quel interminabile giorno che ancora non si concluso…

Come nell’Ulisse …termino senza punteggiatura…

Il mio viaggio continua attraverso la città divento anch’io dubliner seguo la folla di personaggi un universo umano considero e scatto i passi e i volti di donne e uomini e in loro trovo “Ulisse” la raffigurazione inclusiva di Ognuno l’uomo nella sua fisicità vagando per le strade osservo nelle vetrine Lui il libro nelle diverse edizioni economiche e non affinché ad ognuno sia assicurata la sua copia prendo la mia e saluto Leopold Bloom anche io ho esplorato navigato conosciuto fotografato e vissuto un Odissea ogni luogo si raggiunge attraverso il viaggio ho preso un aereo e sono arrivata a Dublino dove ho iniziato un altro viaggio reale immaginario divertente fantastico
 
SANDICOVE  JPEG 01 è un blog di fotografia con immagini, visioni e  comunicazione  di pensieri e riflessioni, ritengo che le fotografie debbano avere una loro forza e trasmettere sensazioni senza l’ausilio di troppe note e specificazioni da parte dell’autore. In questo spazio pagina di  Libreriamo ho scelto di  pubblicare nel primo post  alcuni scatti del mio reportage su Dublino, città letteraria per eccellenza, e dedicare queste immagini e questo racconto ad un libro importante del novecento l’Ulisse di James Joyce.

5 luglio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Daniela Barone

Daniela Barone, fotografa e visual artist, vive e lavora tra Roma e Londra, studi di Architettura e una formazione artistica con training in pittura, design e grafica. Ha realizzato reportage di viaggio e collaborato anche come autrice di testi per alcune riviste di viaggio italiane. Colori, pennelli e tele rappresentano un ‘attività di sfondo e di ispirazione per quella principale che è la fotografia, una naturale e conseguente forma d’espressione creativa, che rivela ed evoca un approccio di tipo artistico. I suoi scatti raccontano attimi, situazioni, luoghi e pensieri. Realizza reportage di travel, fine art, social reportage, urban landscape, self portrait, human dimensions. Collabora con Photo Vogue Collection e Art +Commerce agency in New York. Selezionata per il Glasgow Photo Festival 2012 Lavora su progetti personali e su assigments. SANDICOVE JPEG 01 è un blog di fotografia con immagini, visioni e comunicazione di pensieri e riflessioni, ritengo che le fotografie debbano avere una loro forza e trasmettere sensazioni senza l’ausilio di troppe note e specificazioni da parte dell’autore.

Utenti online